La fine di Haiti

Posted by roberto09 | Posted in Eventi, Mondo | Posted on 14-01-2010

Tag:, , , , , , , , , , , , ,

0

Tratto da www.aprileonline.info del 14 gennaio 2009 a cura della redazione.

Potrebbero essere migliaia i morti a Haiti, nel più devastante terremoto che abbia colpito il Paese caraibico negli ultimi due secoli. Fra le vittime accertate anche il medico brasiliano Zilda Arns, 75 anni, fondatrice della Pastorale del Bambino e punto di riferimento per tutta l’America Latina nella lotta contro la denutrizione e la mortalità infantile. Il suo nome era stato indicato per tre volte per il Nobel per la Pace.

Il Paese è “distrutto”, è una “catastrofe”, e crediamo che “migliaia di persone” possano essere morte, ha chiarito il presidente di Haiti, René Preval, che ha parlato di “scene inimmaginabili”. Nella capitale Port-au-Prince, il sisma di magnitudo 7,3 ha distrutto l’edificio di cinque piani che ospita il quartier generale della missione dell’Onu (Minustah) e ha gravemente danneggiato il palazzo presidenziale e la cattedrale. Molte le vittime tra i caschi blu: si teme che sia morto il comandante della missione, il generale tunisino Hedi Annabi e con lui otto cinesi, tre giordani e 11 brasiliani, senza contare le decine di dispersi e feriti.
Tre dei quattro ospedali di Port-au-Prince sono crollati e l’unico ancora attivo non accetta più feriti perché è ormai al collasso per l’altissimo numero di persone ricoverato.
Duecento persone sono disperse in un albergo di lusso nella capitale, il Le Montana. Intanto si segnalano i primi atti dei sciacallaggio: un supermercato è stato saccheggiato nella periferia della capitale.