IL POTERE DELL’ARTE di Pietro Folena (presentazione del libro)

Posted by roberto09 | Posted in Arte e suggestioni metropolitane, Dicono di me..., Dove sono - Appuntamenti, Eventi, Lo spazio della Polis | Posted on 20-10-2013

Tag:, , , , , , , , , , , , , , ,

0

il-potere-dell-arte1

Presentazione del libro “Il potere dell’arte” di Pietro Folena

alla presenza dell’autore

 

Lunedì 28 ottobre 2013, ore 18.00

Circolo dei Lettori (Sala Grande) – via Bogino, 9 Torino

 

Il potere dell’arte è il frutto di un percorso personale che ha portato l’autore a puntare sul sistema dell’arte come unica risposta al degrado della situazione delle cultura in Italia: nel testo Folena espone la sua “formula XXI” — per ogni euro pubblico investito nella cultura se ne generano 21 nell’ambito privato; con investimenti di moderata entità quindi il Pil culturale,oggi stimato intorno ai 40 miliardi di euro, potrebbe facilmente raddoppiare.

Il punto di vista che ci accompagna in questo ripensamento delle dinamiche fra pubblico e privato nel settore cultura è quello di un addetto ai lavori (Folena è un imprenditore culturale): “Troppo spesso – dice Folena – si è assistito ad un modello troppo vicino alla spettacolarizzazione della cultura, puntando all’entertainment piuttosto che ad una visione politica strutturale. Si predilige una visione legata al consenso ed ai tempi brevi, più indirizzata all’interesse politico elettorale che non ad una visione a lungo termine”.

Oltre all’autore intervengono:

Giulia Carluccio, ordinario di Storia del Cinema – Università di Torino;

Valentino Castellani, ex Sindaco di Torino e Presidente CdA Conservatorio Statale di Torino;

Giovanni Saccani, direttore della Biblioteca Reale di Torino.

Introduce e modera Roberto Mastroianni, presidente di Altera.

Un’iniziativa di Altera in collaborazione con Associazione Metamorfosi,Sistema Cultura Nord-Ovest e il Circolo dei Lettori di Torino.

Per ulteriori informazioni:

www.alteracultura.org | info@alteracultura.org

Contatti per la stampa:

Renato Lavarini  | renatolavarini@gmail.com

Roberto Mastroianni 340 501 27 41 | roberto.mastroianni@gmail.com

Bergman “the Genius” e “sinfonia d’autunno”

Posted by roberto09 | Posted in Arte e suggestioni metropolitane, Dicono di me..., Dove sono - Appuntamenti, Eventi, Lo spazio della Polis, Teoria e critica filosofica | Posted on 27-05-2011

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0

Per la rassegna “Il cinema secondo Bergman”, lo scrittore, saggista e giornalista Aldo Garzia presenta al pubblico il suo saggio “Bergman. The Genius” e il film Sinfonia d’autunno.

Cinema Massimo – 27 maggio 2011, ore 20.30, Sala Tre


A conclusione dell’omaggio che il Museo Nazionale del Cinema ha dedicato al regista, sceneggiatore e scrittore svedese Ingmar Bergman con la grande retrospettiva Il cinema secondo Bergman. I capolavori del grande maestro svedese, venerdì 27 maggio, alle ore 20.30, presso la Sala Tre del Cinema Massimo, si terrà la presentazione del libro di Aldo Garzia, scrittore, saggista e giornalista Bergman. The Genius (Editori Riuniti).

Ne discuteranno con l’autore la prof. Giulia Carluccio, Roberto Mastroianni (presidente Ass. Altera-generatore di pensieri in movimento, Vicepresidente CRS-Torino e studioso di filosofia e semiotica, Università di Torino), il prof. Enrico Pasini (professore di storia della Filosofia, Univerisità di Torino, e Direttore CRS Torino) e Gianluigi Ricuperati (scrittore e giornalista).

A seguire proiezione del film Sinfonia d’autunno. Ingresso 5,50/4,00/3,00 euro.

La retrospettiva è un progetto della Cineteca del Comune di Bologna e del Museo Nazionale del Cinema, con il supporto di Swedish Institute e Svensk Filmindustri, in collaborazione con Swedish Film Institute, Bergman Foundation, Ambasciata di Svezia a Roma, con il patrocinio di Berlinale e del SERN (Sweden Emilia Romagna Network). Un ringraziamento particolare a Jon Wengstrom (Swedish Film Institute), Lars Hedenstedt (Swedish Institute), Ruth Jacoby, Ann-Louice Dahlgren (Ambasciata di Svezia a Roma), Katinka Faragò, Jan Holmberg, Anna Hakansson (Bergman Foundation), Wanda Monaco, Peter Von Bagh.